Le patate: gemme preziose de “l’orto lieto”
18364
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-18364,bridge-core-2.5.3,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-23.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive

Le patate: gemme preziose de “l’orto lieto”

Nella cornice sempre sorprendente de “l’orto lieto”, dove la terra fertile e le mani esperte danno vita a una varietà di prodotti genuini, le patate rappresentano una delle nostre colture più preziose. Questi tuberi, che coltiviamo con dedizione e rispetto per i ritmi naturali, incarnano la nostra filosofia di un’alimentazione che nutre il corpo e l’anima.

 

Quante volte abbiamo sentito dire che le patate sono nocive? Troppe! Ebbene, oggi, con questo articolo ci proponiamo di riscattare l’immagine delle patate, di strappare via quell’ingiusta etichetta, e di celebrare i loro innumerevoli benefici.

 

Miti da sfatare
Di fronte a parole come: obesità e diabete, le patate sono state spesso viste come un alimento da demonizzare eppure, udite udite, questo semplice tubero, può aiutare a stabilizzare la glicemia, specialmente per chi ha il diabete di tipo 2. E’ proprio la sua composizione, ricca di carboidrati complessi e fibre, presenti in particolare nella buccia, che favorisce un’assimilazione lenta del glucosio, prevenendo picchi glicemici dannosi.

 

Un’altra frottola da smascherare riguarda una presunta antipatia nutrita dalle infiammazioni nei confronti delle patate. Queste ultime non aggravano le condizioni infiammatorie. La difficile relazione tra le due potrebbe derivare dal metodo di cottura e dagli ingredienti aggiunti – come l’uso di oli non salutari o l’aggiunta di grassi saturi – non dalla patata in sé. Consumate in maniera semplice, come al vapore, bollite o al forno, e preferibilmente con la buccia, le patate possono inserirsi in una dieta anti-infiammatoria.

 

Se le patate si distinguono per il loro apporto nutrizionale, offrendo una varietà di vitamine, minerali e aminoacidi, la buccia che -come ultima dimora- spesso ha il cestino dell’organico, è in realtà un concentrato di prezioso nutrimento: ricca di aminoacidi, proteine e composti fitochimici, offre numerosi benefici per la salute; mangiare le patate con la buccia non solo incrementa l’apporto di fibre, favorendo digestione e sazietà, ma permette anche di sfruttare al meglio i nutrienti essenziali. È fondamentale, però, consumare patate ben lavate e possibilmente biologiche!

 

Umili alleate della salute
Le patate non solo combattono malattie croniche, ma svolgono un ruolo essenziale nel prevenire patologie del fegato, rafforzare i reni, calmare i nervi e lenire l’apparato digerente. La loro azione antivirale, antibatterica e antifungina fornisce un sostegno prezioso in situazioni di stress, rendendole un ottimo cibo per il cervello e aiutandoci a rimanere radicati.

 

Volendo andare ben oltre, come sempre ci piace fare, abbiamo deciso di svelarvi un segreto, un segreto per pochi. Avvicinate le orecchie: le patate ci possono sostenere emotivamente, aiutandoci a superare frustrazioni e irrequietezze e a ritrovare l’umiltà e la fiducia interiore. A un livello più profondo, ci insegnano l’importanza di riconoscere il nostro valore e il nostro potenziale, spesso ignorati o sottovalutati dagli altri e da noi stessi.

 

E allora, senza pensarci troppo, recatevi nella vostra dispensa, prendete delle patate, che di certo avrete, cuocetele, con fiducia gustatele e lasciate che siano loro a convincervi e a raccontarvi il resto.

 a cura del
Team l’orto lieto

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.