Un viaggio nella gioia contenuta in un uovo di Pasqua
18344
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-18344,bridge-core-2.5.3,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-23.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive

Un viaggio nella gioia contenuta in un uovo di Pasqua

Avete già comprato un uovo di Pasqua per una persona cara?
Se siete in ritardo, affrettatevi, c’è ancora tempo per stupire con questo simbolo pasquale, liscio, decorato, croccante che racconta una storia di rinascita, innovazione e arte culinaria.
Questa deliziosa tradizione trova le sue origini nell’Europa del XIX secolo passando da una bevanda ad una forma solida, piacevole e modellabile. Fu l’inizio di una nuova avventura culinaria!
Chi non ha mai comprato una tavoletta di cioccolato “Lindt “? Dietro questo nome c’è un signore in carne ed ossa dalla mente davvero innovativa: è stato lui, nel 1879 ad ideare il processo di conchaggio, che rendeva il cioccolato incredibilmente fine e cremoso.
Ma non c’è contenuto senza forma: a quest’ultima pensò Van Houten che nel 1828, tramite l’invenzione della pressa idraulica, separò il burro dalla massa di cacao.

 

Fu somma felicità per i cioccolatieri di tutte le latitudini che iniziarono a plasmare il cioccolato in forme mai viste prima, con gusci sottili e cavi pronti ad accogliere, dolcetti, piccole sorprese o gioielli mozzafiato.

 

Dietro la dolcezza di queste creazioni, si celano affascinanti curiosità tecniche. Il processo di temperaggio del cioccolato è essenziale per ottenere quel perfetto equilibrio tra lucentezza, consistenza e quel caratteristico “snap” al morso. E’ necessaria una precisione quasi scientifica per la creazione del guscio del uovo, che nella sua perfezione, può nascere solo unendo arte e tecnica in un sorprendente equilibrio.
Le tecniche di decorazione, poi, elevano queste creazioni al rango di vere e proprie opere d’arte, con l’uso di aerografi, pittura a mano e l’applicazione di dettagli in foglie d’oro commestibili che aggiungono un tocco di lusso e raffinatezza.

 

Il simbolo dell’uovo, simbolo di rinascita, racchiuso nell’uovo di Pasqua, non è un semplice dono, è un viaggio attraverso la storia, è un piccolo capolavoro che può portare con sé solo una dolcissima felicità e un pizzico di pura magia.

 

Buona Pasqua a tutti voi

 a cura del
Team l’orto lieto

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.